TORTA DELLE ROSE

Standard


Questa è una torta buonissima di origini altoatesine che nella mia città, Genova, si trova specialmente nei panifici di una zona del centro. La versione originale è buonissima ma anche tanto burrosa (e per i delicati di stomaco quindi un po’ pesante).

Questa ricetta è invece una versione più light che non prevede burro nell’impasto ma solo un pezzetto nella farcitura (volendo si può anche non mettere).  Da provare!!

Ingredienti: (per la torta)
300 gr farina
3 tuorli
3 cucchiai di olio di girasole (o olio extra vergine di oliva di sapore non forte)
3 cucchiai colmi di zucchero di canna
100 gr di latte vegetale
25 gr lievito birra
scorza limone bio
1 pizzico sale

Per la farcitura:
marmellata di mele cotogne (o anche di albicocche, arance, pesche)
30 gr di burro (facoltativo)

Procedimento:1.

1. Far scaldare leggermente il latte e scioglierci il lievito.

2. Mescolare lo zucchero con la scorzetta del limone, aggiungere quindi il latte con il lievito sciolto. Unire anche l’olio e i tuorli. A questo punto aggiungere la farina e il pizzico di sale mentre si mescola con una frusta elettrica o con la planetaria.

3. Quando il composto è omogeneo tirarlo a forma di rettangolo su un piano infarinato.
Spennellare l’interno con la marmellata di mele cotogne e, solo a piacere, il burro fuso.
Ricavare delle strisce dal rettangolo. A seconda della tortiera usata potete fare più o meno strisce. Io per questa dose uso una tortiera di silicone (che è più morbida) di circa 18 cm. facendo da 5 a 7 rotolini.

4. Arrotolare le strisce su se stesse quindi stringere il “culetto” di ogni blocchetto dando una leggera rotazione e riporli larghi su una tortiera in verticale; mettere i rotolini più piccoli al centro della torta.

5. Lasciare lievitare coperto almeno un’ora e mezza (meglio due ore) in luogo caldo. Quindi ricoprire volendo con una malto d’orzo o riso e acqua per ammorbidire la superficie.
Cuocere in forno 180 C° per 35 minuti.

6. Sfornare e spolverizzare con zucchero a velo (o lucidare ancora con malto e acqua) quando la torta è calda per ammorbidire la superficie; quindi lasciare raffreddare.

Suggerimenti:
Potete anche spennellare con la crema pasticcera e poi versare circa 20 gr di burro fuso sopra per rendere più morbido il ripieno. Attenzione però la crema pasticciera, a differenza della marmellata, in lievitazione e cottura si assorbe di più. A mio parere la marmellata è la migliore per resa in morbidezza e gusto a torta cotta.

Per il ripieno potete anche fare varianti come marmellata di arance e gocce di cioccolato, marmellata e pinoli, mandorle e uvetta, burro, mele e cannella etc… l’importante è ammorbidire l’impasto con il ripieno.

Annunci

»

  1. Pingback: BIGNE’ ALLA CREMA PASTICCERA « Caffè & Cioccolato

  2. Pingback: GIRELLE VEG | Jihye's Coffee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...