STRUDEL DI CASA MIA

Standard

strudel-veg

Lo strudel è un dolce che mi piace molto (a dire il vero quando ero piccola e ragazzina non mi piaceva, ma i gusti cambiano!!) e lo preparo a casa spesso in questa versione vegan perchè è un dolce veloce, che riesce bene, buono e fa una bella figura.
Quindi se avete poco tempo, ospiti improvvisi, voglia di dolce da soddisfare rapidamente, vi bastano delle mele, uvetta e pinoli (che a casa nostra non mancano mai) un po’ di farina e zucchero. Provate e non vi deluderà!

Per la pasta:
100 gr di farina di farro bianca
25 gr di farina di farro integrale
5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
acqua tiepida qb
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di zucchero integrale di canna (facoltativo)
1 pizzico di cremor tartaro (facoltativo)

Per il ripieno:
4 mele renette
1 manciata di pinoli
60 circa gr di uvetta
20/30 gr di cioccolato fondente
2/3 cucchiai di zucchero integrale di canna

Per la decorazione: (facoltativo)
cacao amaro o zucchero a velo
malto d’orzo o di riso

Procedimento:
Per la pasta il procedimento è simile a quello della pasta base per le torte salate.
Unire le due farine, versare l’olio, il pizzico di sale, lo zucchero e il lievito cremor tartaro (facoltativo) e tenere pronta l’acqua tiepida in un recipiente con beccuccio. Iniziare ad impastare ed aggiungere un poco l’acqua, ne serve quanto necessario a formare una bella palla morbida, liscia ed elastica.

Lasciare riposare coperta, nel frattempo pelare e tagliare le mele a cubetti, metterle in un recipiente assieme ai pinoli, all’uvetta (precedentemente ammollata in acqua tiepida – ma questo passaggio può essere saltato) e allo zucchero. Mescolare accuratamente.

Stendere la pasta su un ripiano con il mattarello, stenderla sottile a forma più o meno rettangolare. Trasferirla quindi a mano sempre stesa sopra un canovaccio.
Versare il composto di mele sul lato lungo della pasta, vicino ad uno dei bordi (lasciare circa 4 cm). Versarvi sopra il cioccolato spezzettato grossolanamente.

Per avvolgere lo strudel, utilizzare il canovaccio facendo rotolare il tutto. Iniziare piegando il lato dove c’è il composto e far rotolare la pasta verso l’altro lato, non toccando la pasta appunto ma lo strofinaccio.
La chiusura dello strudel deve essere sul lato superiore (se è sotto rischia di far uscire il liquido del ripieno), chiudere bene anche i bordi a destra e sinistra, Ungere leggermente la superficie con olio extra vergine

Infornare a 160° C circa per 30/40 minuti, fino a quando la pasta è leggermente dorata e croccante.
Sfornare, spennellare a piacere con malto e spolverare con cacao amaro o zucchero a velo.
Servire tiepido!!

 

strudel-veg2

Suggerimenti:
Le farine possono anche essere differenti, si può quindi utilizzare anche la classica 00 di grano tenero. Sconsiglio di utilizzare prevalentemente farine con poco o zero glutine come segale, grano saraceno, avena altrimenti la pasta non risulterà elastica e non riuscirete a renderla sottile. Vanno bene queste farine in piccole percentuali (20/25%) per dare rusticità all’impasto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...